L’area di primaria attività del laboratorio è relativa al perfezionamento e alla sperimentazione didattica. A tale riguardo, sin dalla sua istituzione (a.a. 2004/2005) esso ha consentito – con particolare riguardo ai corsi di laurea specialistica/magistrale – di arricchire le attività didattiche relative agli insegnamenti di management lungo due principali traiettorie: 

 

  • l’analisi, la mappatura e la reingegnerizzazione dei processi d’impresa. In particolare, queste attività concernono:
    • la progettazione di un processo di business, anche in differenti soluzioni organizzative. A tale proposito, negli anni scorsi, presso il Laboratorio è stato organizzato un intero corso universitario (da 4 CFU) orientato ai sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) con la collaborazione di SAP (società leader al mondo);
    • la simulazione delle performance del processo progettato, nelle differenti soluzioni organizzative;
    • la possibilità di impostare un criterio di scelta del processo;
    • la scelta del processo più performante, rispetto al criterio di scelta impostato;
    • la decisione di sviluppare partnership interorganizzative.
    •  
  • il business planning. In particolare, queste attività concernono:
    • il lancio di nuovi prodotti;
    • analisi, previsioni e simulazioni di produzione;
    • l’analisi dei costi d’impresa;
    • analisi, previsioni e simulazioni economico-finanziarie;
    • la pianificazione delle Risorse Umane e lo Sviluppo Organizzativo;
    • la pianificazione di un progetto complesso, attraverso tecniche di project management. Negli anni di attività del Laboratorio sono numerose, a tale proposito, le attività realizzate in collaborazione con il PMI (Project Management Institute) e l’ISIPM (Istituto Italiano di Project Management).

Oltre alle attività di perfezionamento e sperimentazione didattica, il Laboratorio è struttura di ricerca per i temi dell’economia e gestione delle imprese e del management. A solo titolo esemplificativo, i principali filoni di ricerca che si sono sviluppati in questi anni – dai quali hanno preso corpo sia progetti di ricerca che numerose pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali –  concernono:

  • il rapporto tra le imprese e il sistema del consumo;
  • l’evoluzione dei sistemi informativi aziendali;
  • l’innovazione d’impresa, con particolare riferimento all’innovazione di processo;
  • la corporate governance con particolare riferimento ai rapporti tra proprietà e management;
  • il family business;
  • le attività di lobbying;
  • l’evoluzione del management delle aziende pubbliche;
  • il management museale;
  • la gestione dei brands aziendali;
  • la governance del territorio;
  • lo sviluppo locale e le dinamiche di negoziazione;
  • la comunicazione d’impresa;
  • un nuovo paradigma di management, basato sull’integrazione tra approccio politico e approccio neo-micro istituzionale;
  • oltre a numerosi ambiti verticali di ricerca che hanno riguardato specifici settori e/o filiere industriali.